Vita

10 dicembre N.S. di Loreto

Posted in new, prosa by raffack on 10 dicembre 2009

La santa patrona dei traslochi è Sant’Anna (I secolo). Era la madre di Nostra Signora. Nostra Signora non è morta, ma è volata in cielo quando era ancora abbastanza giovane. Sant’Anna era dispiaciuta. Per rallegrarla quattro angeli le hanno preso la casa e l’hanno trasportata in un posto vicino al mare, in Italia, dove la si può vedere ancora oggi.

...Per stare sull’architettonico, io la nuova casa l’ho trovata deludente. Il papà ci aveva portato in un grande campo vicino alla ferrovia, tutto pieno di rovi e ortiche. Un uomo con la camicia  a scacchi e una tavoletta con sopra dei fogli ci aveva portato in un posto dove i rovi erano stati ripuliti e l’erba era tagliata corta. Il terreno lì era attraversato da lunghi pezzi di corda che si incrociavano. “Che ne dite?” ha detto il papà. “Vogliamo trasferirci qui?”Io ho detto: “Sì, ti prego!” con molto entusiasmo.
Ma in verità il mio entusiasmo era dovuto a un fraintendimento. Pensavo che ci stesse proponendo di andare a vivere nel campo, con le corde per terra. Un sacco di santi sono vissuti in case insolite. Sant’Orsola (IV secolo) è vissuta su una nave con undicimila compagni. San Simone (390-459) ha cercato di evitare le tentazioni del mondo vivendo in cima a una colonna di tre metri. Quando la gente ha incominciato ad andare a guardarlo, si è spostato su una colonna di dieci metri, così almeno non poteva sentirli. E quando hanno incominciato a urlargli (nel 449) si è spostato su una colonna alta venti metri, dove ha finito i suoi giorni in pace e tranquillità.

Frank Cottrell Boyce, Millions

Tagged with: ,

Commenti disabilitati su 10 dicembre N.S. di Loreto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: